Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.


NOTIZIE


01-12-2018

MAPIC Cannes 2018, il negozio fisico protagonista dell’era digitale

Si è recentemente conclusa l’edizione 2018 di MAPIC Cannes, evento annuale di punta del mercato immobiliare internazionale che ha visto la partecipazione di 8.600 operatori provenienti da 80 Paesi, più di 2.500 retailer e oltre 800 espositori.

“MAPIC Cannes si conferma il più importante appuntamento al mondo nel nostro settore”, spiegano  Umberto Fasol Pierluigi Romanato, co-fondatori di Gruppo Four Sviluppo, società di servizi e consulenza per il settore immobiliare commerciale. “L’affluenza di interlocutori italiani ed europei è stata molto numerosa”, sottolineano.

La massiccia presenza dell’Italia al MAPIC Cannes, appuntamento organizzato fin dall’anno di esordio 1995 da Reed MIDEM, gruppo leader mondiale nell’organizzazione di eventi fieristici, è stata rappresentata da ben 1.100 operatori della Penisola, un numero che ha fatto del nostro Paese il secondo per partecipanti, subito dopo i francesi.

Il tema principale dell’edizione 2018 di MAPIC Cannes era ‘Physical in the age of digital’ e nel corso di 2.500 tra conferenze e tavole rotonde organizzate nella tre giorni dell’evento, sono stati affrontati argomenti quali l’evoluzione dei centri commerciali nell’era digitale, illustrate le ultime soluzioni tecnologiche e innovative nel mercato dell’immobiliare commerciale e analizzate le strategie dei marchi nati sul Web, sempre più proiettati verso l’integrazione dei negozi fisici con le loro presenze online. Tra gli interventi al Palais de Festival di Cannes, quelli di aziende leader come AmazonIKEAMADEVente-privée entertainmentZalando.

”Nell’era digitale, Il negozio fisico continuerà a essere fondamentale”, osserva Umberto Fasol, “anche se la presenza materiale di molte tipologie di prodotti diminuirà costantemente. Compiremo le nostre scelte di acquisto grazie a schermi touchscreen ad alta definizione e utilizzando tecnologie immersive 3D e di realtà aumentata, che ci consentiranno di provare virtualmente i prodotti, i quali verranno consegnati così velocemente che li troveremo a disposizione già al nostro ritorno a casa”.

Oggi il commercio elettronico rappresenta in Europa circa il 9% delle vendite totali nel Vecchio Continente, per un giro d’affari di circa 300 miliardi di euro. Questi numeri sono in costante crescitae nuove dinamiche di vendita emergono costantemente, anche se, ipotizza Fasol, “per mettere in atto attraverso le tecnologie di ultima generazione una completa integrazione tra i player online e i negozi fisici, serviranno ancora una decina di anni”.

Tra le società europee che si stanno muovendo sempre più velocemente verso l’integrazione tra il digitale e l’esperienza fisica di acquisto c’è IKEA, come sottolinea l’altro co-fondatore di Gruppo Four SviluppoPierluigi Romanato: “Il colosso svedese ha presentato a MAPIC Cannes un format cittadino con una superficie di 1.000/1.500 Mq, dove il digitale e gli arredatori diventano i protagonisti e l’esposizione del prodotto vero e proprio assume un ruolo secondario. La previsione di IKEA è di realizzare in tutto il mondo, in una prima fase di test, 30 punti vendita di questo tipo”.

“Al MAPIC di quest’anno”, racconta quindi Romanato, “abbiamo poi avuto modo di sperimentare la visione digitale in 3D di un importante progetto italiano, quello del nuovo centro commerciale di Caselle Torino, la cui apertura è prevista tra 3 anni, ed è stato impressionante: sembrava davvero di percorrere gli ambienti fisici.”

Per i partecipanti all’evento, la tre giorni del MAPIC Cannes è stata come sempre, anche grazie agli spazi approntati nel perimetro del Palaisa questo scopo, un’occasione di incontro, confronto e opportunità per tutti gli operatori del mercato immobiliare commerciale.

“Abbiamo avuto circa 50 appuntamenti in tre giorni“, spiegano FasolRomanato, “che ci sono stati utili per lo sviluppo di nuovi punti vendita di nostri clienti e per proporre nostre importanti iniziative commerciali. Abbiamo per esempio proposto nostri Retail Park a Fondi di Investimento internazionali”.

“Le opportunità più interessanti”, continuano i due manager veneti di Gruppo Four Sviluppo, “sono state la conoscenza di nuovi fondi di investimento che vorrebbero lavorare in Italia, e l'analisi di nuove proposte immobiliari per i nostri stimati clienti”.

Immagine: MAPIC Flickr