Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.


NOTIZIE


06-02-2019

L’Europa leader nella Top 250 del retail di Deloitte, in crescita i big della GDO italiani

Le ultime analisi, evidenziano come nel 2018 il mercato degli immobili commerciali in Italia abbia rappresentato circa il 15% dell’intero mercato immobiliare nazionale, generando un giro d’affari pari a 15,7 miliardi di euro.

Numeri che vedono in parallelo ottime performance da parte dei gruppi GDO italiani, i quali guadagnano posizioni nel recente report Global Powers of Retailing 2019 di Deloitte, arrivato alla 22/a edizione. Lo studio analizza l’andamento dei primi 250 gruppi della grande distribuzione al mondo, basandosi sui bilanci dell’anno fiscale 2017 e fornendo una prospettiva economica globale del settore, che mette in evidenza gli attori i quali hanno dimostrato particolare dinamicità.

Sono quattro i gruppi GDO italiani presenti nella Top 250 di Deloitte ed è Coop il gruppo che si conferma il primo player del mercato nazionale, piazzandosi al 71° posto in classifica. A poca distanza figura il gruppo Conad, che raggiunge il 73° posto guadagnando cinque posizioni, seguito da Esselunga che agguanta il 121° posto scalando dieci posizioni, mentre Eurospin, al 168° posto, mette a segno la migliore performance di crescita, guadagnando ben diciannove posizioni in classifica.

Più in generale, il fatturato aggregato delle aziende della classifica mondiale delle 250 maggiori società della GDO, è stato nell’anno fiscale 2017 pari a 4.530 miliardi di dollari. Nello stesso periodo, i ricavi sono saliti per l’83% dei 250 maggiori retailer al mondo.

L’Europa ha il maggior numero di gruppi presenti nella top 250 mondiale stilata da Deloitte, con 87 aziende in classifica, che rappresentano il 33,8% del fatturato globale e si confermano i retailer più attivi a livello globale, come spiega Deloitte presentando il nuovo report: Sollecitati dalla ricerca di crescita al di fuori dei propri mercati nazionali già maturi, i retailer europei sono maggiormente attivi all’estero e si distinguono per intraprendenza globale”.

Il podio dei primi tre gruppi GDO al mondo non cambia rispetto al report precedente di Deloitte, e rimane completamente nelle mani dei gruppi tradizionali a stelle e strisce, con Wall-Mart al primo posto seguito da Costco e The Kroger Co.

 

Fonte: Deloitte

Alle spalle degli storici colossi incombe però in maniera sempre più pressante il leader del commercio elettronico Amazon, che raggiunge il quarto posto della classifica salendo di due posizioni.

Come sottolinea ancora Deloitte, saranno proprio innovazione e tecnologia, motori principali del business della società di Jeff Bezos, a spingere nel prossimo futuro l’espansione a livello mondiale del settore GDO: “Un forte aiuto all’espansione sicuramente viene dalle nuove tecnologie definite ‘disruptive’, come Analytics, IoT e Robotica”, spiega Claudio Bertoneequity partner Deloitte e responsabile per il settore retail. “Approcciare la trasformazione di tutti i processi riconducibili alla supply chain attraverso una strategia di digital transformation end-to-end, può aiutare a trarre vantaggio dalle opportunità offerte dai cambiamenti che stanno interessando il retail”.