Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. Per maggiori informazioni clicca qui.


NOTIZIE


22-08-2017

Immobiliare commerciale: in Italia primo semestre 2017 da record, con il retail che raddoppia gli investimenti

Secondo quanto emerge da un recente studio pubblicato dall’ufficio studi di Bnp Paribas real estate, il volume del mercato immobiliare commerciale italiano è in crescita, anzi: è da record.

Nel primo semestre di quest’anno, nel nostro Paese si è registrato un aumento del 40% negli investimenti rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Una crescita che ha portato gli investimenti a raggiungere la cifra di 4.9 miliardi di euro in sei mesi, un risultato che non era mai stato ottenuto in passato.

“Il contesto attuale è molto positivo per il real estate commerciale italiano”, ha dichiarato Cristiana Zanzottera, responsabile dell’Ufficio studi di BNP Paribas Real Estate.

“Gli investitori”, ha continuato la manager, “sono pronti eventualmente anche a chiudere operazioni in location secondarie o su prodotti meno liquidi, purché in presenza di buoni fondamentali degli asset.”

“Al risultato eccezionale”, ha ancora spiegato la Zanzottera, “hanno contribuito anche la chiusura del portafoglio Scarpellini dal valore stimato di circa 415 milioni di euro e l’acquisizione da parte di Credite Agricole del 40% di Beni Stabili.”

Secondo BNP Paribas, tali operazioni “testimoniano un interesse generale per l’immobiliare del nostro Paese.”

Analizzando più nel dettaglio il dato del semestre, si evidenzia come il maggior contributore ai volumi totali sia stato il prodotto uffici.

Il settore ha messo a segno nei primi due quarti del 2017 investimenti pari a circa 2 miliardi di euro (il 42% del totale) per un totale di 31 operazioni inclusi 6 portafogli.

Particolarmente buona nel periodo la performance del settore retail, che ha registrato un volume pari a circa 1,2 miliardi di euro, il doppio rispetto al primo semestre 2016.

I capitali sono stati in gran parte di provenienza estera. Nel settore retail, gli investimenti arrivati da oltre confine hanno rappresentato circa il 75% del totale e si è assistito a una crescita rilevante dei capitali europei rispetto a quanto registrato nello stesso periodo di un anno fa.

“I flussi di investimenti tedeschi sono raddoppiati” ha sottolineato la Zanzottera, “mentre quelli britannici e francesi hanno segnato un forte incremento. In crescita, anche se in modo più attenuato (+10%), i capitali provenienti dagli Stati Uniti.”

Il report di BNP Paribas evidenzia poi che per quanto riguarda gli investimenti nelle principali città italiane, il mercato di Milano si è confermato nel primo semestre 2017 il più dinamico, con 1.4 miliardi di investimenti, seguito da quello di Roma con un volume pari a 770 milioni di euro.

BNP Paribas fa però notare che in questa prima parte dell’anno si è assistito a “un incremento degli investimenti in location alternative rispetto a Milano e a Roma, dovuto anche a un certo numero di portafogli transati che hanno interessato varie destinazioni al di fuori delle due maggiori città della Penisola.